Ricette

Carciofi crudi con formaggio di anacardi

La ricetta di Aprile

Questa nuova sezione è dedicata all’azione che gli alimenti hanno nell’organismo. L’idea è nata dopo la mia intervista per Gastronomia Mediterranea a cura di Daniela Acquadro, che mi ha chiesto:

“perché non dedichi uno spazio alle ricette per far capire meglio come utilizzare gli alimenti a aiutare le persone a mangiare meglio?”

Ed eccoci in questa nuova avventura: Daniela ci mette creatività e passione e io la spiegazione nutrizionale, per fornirti una nuova ricetta al mese in cui utilizzare alimenti di stagione e spiegarti come utilizzarla.

Gli alimenti di stagione: carciofi

Il carciofo è un’alimento molto prezioso con una specifica azione sul fegato. Il carciofo contiene la Cinarina, una sostanza epato-protettrice e ipo-colesterolemizzante che si conserva quando il carciofo è crudo o ripassato in padella, ma che si perde quando viene bollito. In base al metodo di cottura scelto il carciofo infatti può esercitare uno stimolo e un’azione diversa nell’organismo, che approfondiremo negli articoli dedicati ai disturbi. Il carciofo contiene anche ferro, inulina, tannini e alcune vitamine come la A e la C. E’ un alimento utilizzato soprattutto a supporto del fegato che favorisce la depurazione e il metabolismo dei lipidi. L’unica attenzione è per le fibre, che potrebbero risultare, sia cotte che crude, un po irritanti per le persone con un colon sensibile.

Ricetta per 4 persone

  • 6 carciofi spinosi freschissimi
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe nero macinato al momento, sale
  • 3 limoni biologici

Mondare i carciofi scartando tutte le foglie più dure e preservando solo il cuore. Tagliarli a metà per poter eliminare adeguatamente anche la paglia. Tuffarli subito in acqua fredda acidulata con succo di limone per prevenire l’ossidazione. Al momento di servirli scolarli, asciugarli bene con un canovaccio e tagliarli a fettine molto sottili. Condirli con un’emulsione di succo di limone, olio, sale e pepe. Tenere da parte.

Per il formaggino di anacardi

  • 200 g anacardi non tostati e non salati
  • 1 limone biologico
  • sale, pepe,
  • spezie a piacere: curry (qui è stato utilizzato del curry con coriandolo), cumino, sesamo
  • olio extravergine di oliva
  • coriandolo fresco per guarnire (facoltativo)

Tenere a bagno gli anacardi in acqua fresca per almeno quattro ore (o tutta la notte). Sono molto teneri e non si avranno difficoltà di sorta a frullarli. Grattugiare la scorza del limone e spremerne il succo. Nel bicchiere del frullatore ad immersione unire gli anacardi scolati ed il limone. Frullare con attenzione e a lungo fino ad ottenere una pasta densa. Aggiungere olio d’oliva a filo per aggiungere sapore e per ammorbidire. La consistenza dovrebbe essere la stessa di un formaggino fresco abbastanza pastoso. Condire con sale, pepe, le spezie scelte e la buccia di limone grattugiata. Prima di servire, a piacere, aggiungere le foglie di coriandolo fresco tritate grossolanamente.

Buon appetito!

Ciao!

Home Page. Foto di Ludovica Arcero.

Mi chiamo Veronica e sono una Nutrizionista e Life Coach. Inguaribile curiosa, dopo l'università ho girato in lungo e in largo per seguire corsi di aggiornamento ma solo da poco ho deciso di dare vita ad un mio blog, perché credo che condividere le proprie conoscenze sia un modo per crescere insieme. Se pensi che quello che scrivo sia utile inoltra questo articolo alle persone che ti stanno a cuore! Puoi ricevere consigli extra iscrivendoti alla Newsletter mensile e sbirciare quello che faccio nella mia quotidianità su Facebook e Instagram!

Previous Post Next Post

You Might Also Like