Crescita personale & Life Coaching

Come riconoscere il tuo intuito

Da molto tempo avrei voluto parlare di intuito eppure, a differenza di altri post che ho scritto fluentemente, questo ha richiesto più tempo, per la complessità dell’argomento. Così ho deciso di cominciare dalla mia esperienza.

La prima volta in cui presi un libro sull’intuito, 12 anni fa, pensavo fosse qualcosa da studiare e da approfondire e, per una mente razionale e scientifica come la mia, se c’era anche qualche studio a riguardo tanto meglio!
Per anni sono andata avanti ricevendo delle sensazioni, delle informazioni, delle intuizioni che sapevo essere giuste per me, ma che alla fine ascoltavo poco dando la precedenza ai ragionamenti (che portano ad altri ragionamenti e poi ad altri ragionamenti e poi ad altri ancora..) oppure accettando i consigli di persone a me vicine perché “mi conoscevano”. Fino a quando ho capito che stavo sbagliando qualcosa, o meglio, che non stavo ascoltando una parte di me.

L’intuito è l’idea che appare all’improvviso, la soluzione a quel problema che non riesci a risolvere arrivata in un momento in cui pensavi ad altro, la lampadina che si accende o il lampo che ti illumina quando tutt’intorno sembra buio.

Ma per afferrarlo, per far sì che non voli via con la stessa velocità con cui è arrivato, bisogna essere predisposti ad accoglierlo.

Si tenta sempre di concettualizzare tutto ma l’intuito, per definizione, non è qualcosa su cui si può ragionare o discutere, l’intuito è qualcosa che ti senti. Come fai a sapere se quell’intuizione è giusta o meno? Se è opportuno seguire quella sensazione o meno? Se prendere quella decisione o meno? Lo senti.

Ogni volta che io mi ostinavo a voler trovare una spiegazione logica o razionale o a giustificare un’ intuizione, finivo per spostarmi su un altro piano: quello dell’intelletto. Ed è così che giorno dopo giorno mi allontanavo dal mio intuito: perché non ascoltavo! Ero così spostata nella mente da non riuscire a “sentire” la sensazione che l’intuito trasmette in una zona del corpo (la gola, il cuore, il plesso solare o l’intestino).

Dicono che le persone di successo siano quelle in grado di utilizzare sia l’intuito che l’intelletto..

..e hanno ragione. L’intuito ti guida verso una scelta, la scelta sicuramente migliore per te in quel momento e che metti in pratica con l’intelletto.

Intuito VS Intelletto?

L’intuito, da molti definito come istinto o come sesto senso, è la capacità di percepire qualcosa che non si vede – quel “feeling into the unseen” (percepire nell’invisibile). Sebbene sia spesso ritenuto una caratteristica femminile, tutti abbiamo un intuito, ed è la nostra preziosa bussola interioreL’intelletto e la parte razionale invece ragionano e si basano su fatti oggettivi.

Quando parlo di intuito nei miei incontri, dalle reazioni delle persone sembra sempre di dover scegliere “da che parte stare”, un errore che ho commesso spesso anche io. Ed è l’errore più comune: non c’è nulla da scegliere, perché puoi utilizzare entrambe le capacità.

L’intelletto e la razionalità non sono emotivi, guardano i fatti. Non possono dirti se qualcosa è giusto o sbagliato. Attraverso l’intuito invece senti quello che è giusto per te. Seguire l’intuito non significa ignorare la tua mente, perché intuito ed intelletto sono complementari: l’intuito corrisponde all’emotività, la ragione corrisponde ad un “freddo” ragionamento.

Quello che potrebbe destabilizzare è che l’intuito guida verso scelte che apparentemente non hanno una logica.

E’ necessario quindi avere fiducia in se stessi, perché se crediamo in noi stessi, sappiamo che quelle scelte così irrazionali si riveleranno poi giuste nel lungo termine.

Seguire l’intuito permette di esplorare molte più cose e i benefici sono esponenziali:

♦ conosci meglio te stessa/o
♦ cominci a distingue quello che senti essere giusto per te, da ciò che pensi essere giusto per te
♦ fai scelte che si rivelano migliori di quelle fatte ragionandoci su ore e ore
♦ scopri la tua autenticità, cioè la tua voce unica
♦ scopri il tuo messaggio unico da portare nel mondo
♦ aumenti la fiducia e la connessione con te stessa/o e di conseguenza con le persone e con l’ambiente intorno a te
♦ migliori la tua salute e il tuo benessere

L’intuito non è solo questo, è molto altro e lo approfondirò nei prossimi post del blog.

La cosa importante da sapere è che seguire l’intuito vuol dire tornare a casa, dentro di te. Ti aiuta a vederti per chi sei davvero, poiché spesso quello che fa più paura è scoprire chi sei realmente rispetto a chi pensavi di essere.

Seguire l’intuito quindi non vuol dire rinunciare alla razionalità e all’intelletto, ma vuol dire avere il coraggio di essere se stessi.

Ciao!

Home Page. Foto di Ludovica Arcero.

Mi chiamo Veronica e sono una Nutrizionista e Life Coach. Inguaribile curiosa, dopo l'università ho girato in lungo e in largo per seguire corsi di aggiornamento ma solo da poco ho deciso di dare vita ad un mio blog, perché credo che condividere le proprie conoscenze sia un modo per crescere insieme. Se pensi che quello che scrivo sia utile inoltra questo articolo alle persone che ti stanno a cuore! Puoi ricevere consigli extra iscrivendoti alla Newsletter mensile e sbirciare quello che faccio nella mia quotidianità su Facebook e Instagram!

Previous Post Next Post

You Might Also Like