Dott.ssa Veronica Pacella
Crescita personale & Life Coaching

Perché è meglio essere te che la brutta copia di qualcun altro

Molte volte mi sono sentita dire di essere una persona “particolare”, “fuori dalle righe” e a volte anche “pioniera”, aggettivi che non accoglievo affatto e che anzi rigettavo perché mi facevano sentire “diversa”.

Per molto tempo ho cercato di ridimensionare i miei interessi, di non farmi domande, di non ascoltare le mie intuizioni. Cercavo di paragonarmi alle persone intorno a me per adeguarmi a quello che fosse “giusto” fare. Eppure c’era sempre qualcosa di più forte che mi spingeva a portare avanti tutto quello che sentivo.

Questo passaggio non è stato facile né indolore.

Perché è molto più facile rinunciare ai proprio sogni per non disattendere le aspettative degli altri piuttosto che affrontare le difficoltà per realizzarli.

E’ molto più facile sentirsi impotenti di fronte alle situazioni e scivolare nel paragone e nel giudizio invece che esporsi e correre il rischio di essere giudicati.

E’ molto più facile adeguarsi alla media che cominciare a fare la differenza.

Disattendere le aspettative degli altri e in alcuni casi contrariarli, correre il rischio di esporsi come voce fuori dal coro e magari andare contro corrente significa affermare la propria identità e con essa la propria unicità.
Significa affermare i propri valori, quello che si sente, quello che si pensa.
Significa riconoscere la propria essenza e con essa il proprio valore e le proprie caratteristiche uniche.

Altrimenti, il rischio è quello di essere la brutta copia di qualcun altro e le prospettive non sono poi così rosee. La vita diventa monocolore, come una musica suonata sempre sulla stessa nota. Magari uno scenario così ti fa sentire al sicuro perché sai sempre cosa aspettarti, ma ti priva della parte più bella ed elettrizzante di te: la tua vera essenza, il tuo mix unico di talenti, la tua unicità.

Infografica: Brutta Copia VS Unicità

Perché far emergere la propria autenticità?

Nella mia esperienza professionale mi sono resa conto di come soffocare la parte più autentica di sé porti ad un abbassamento dell’energia vitale del corpo, che si traduce in una mancanza di vero benessere, alcuni sintomi ricorrenti e un generale senso di insoddisfazione proiettato su qualcosa di esterno che sembra mancare. Tuttavia, il senso di pienezza e di realizzazione che si cerca è la mancanza di contatto con la propria interiorità.

Ecco sintomi ed effetti più diffusi che ho notato nelle persone che hanno rinunciato a vivere la propria unicità, riportati in una piccola infografica.

Cosa fare allora? Il mio consiglio è quello di rischiare. Rischia cercando di osservare dall’esterno le dinamiche che ti caratterizzano e ogni tanto mettiti in situazioni scomode per uscire dalla tua zona di comfort e osservare cosa succede. Puoi scegliere ogni nuovo giorno di essere una persona diversa. Come diceva qualcuno: “Ogni giorno nasciamo di nuovo. Quello che facciamo oggi è quello che conta davvero”.

[foto: pixabay.com]


Widget not in any sidebars

You Might Also Like...

Vuoi ritrovare il tuo benessere e non sai da dove cominciare?

Lasciati guidare alla scoperta di un benessere olistico che abbraccia corpo, mente, emozioni e spirito. Iscrivendoti alla newsletter puoi prenotare subito una consulenza gratuita di 20 minuti con me e ricevere ogni mese consigli su cibo, benessere e spiritualità!