Dott.ssa Veronica Pacella
Crescita personale & Life Coaching

4 modi per risolvere i problemi in modo positivo, ribaltando la prospettiva

Nella quotidianità capita spesso di affrontare dei problemi e in questo articolo ti parlo di come ribaltare a prospettiva, cogliendone l’opportunità

Ogni pensiero o preoccupazione nel nostro organismo si traduce in molecole che inviano segnali di stress al corpo, intossicando non solo il livello fisico, ma anche quello emotivo e mentale.

Come spiego spesso durante le mie sessioni di coaching in cui aiuto le mie clienti a valutare altri punti di vista, dietro ogni problema c’è una domanda. Dietro ogni domanda c’è una risposta, dietro ogni risposta c’è un’azione e dietro ogni azione c’è un invito al cambiamento.

Dietro ogni problema quindi c’è la possibilità di cambiare qualcosa per raggiungere un nuovo equilibrio. Sei tu a scegliere se positivo (e costruttivo) o negativo.

4 consigli per cogliere in ogni problema un invito alla tua crescita

#1 – Sospendi il giudizio

Ogni volta che esprimi un giudizio sulla situazione o sulle persone coinvolte, stai anche influenzano l’esito del problema. Dare giudizi non risolve il problema ma lo complica. Giudicare gli altri non è la soluzione, e nemmeno sentirti vittima delle circostanze. Non è utile nemmeno, dall’altro lato, giudicarti perché aumenti il carico emotivo in modo negativo. L’invito quindi è quello di sospendere il giudizio e di osservare le cose.

#2 – Porti una semplice ma potentissima domanda: “e se non fosse un problema?”

Ci hai mai pensato? Questa domanda spiazza moltissime persone perché quando sei troppo “dentro” al problema non sei in grado di vedere nient’altro. Porti nella condizione opposta, e cioè come se non fosse un problema, ti aiuta a valutare altri punti di vista. Prova a farti questa domanda e sicuramente scoprirai soluzioni a cui magari non avevi ancora pensato!

#3 – Agisci invece di scegliere “la pace”

Per molto tempo ho evitato i conflitti pensando che prenderne le distanze equivalesse a dare un segnale di pace. Poi mi sono accorta che non solo era inutile, ma alla lunga era anche dannoso, perché stavo evitando di esprimere quello che pensavo o provavo. Scegliere la pace non significa rimanere passivi senza fare nulla ma vuol dire agire esprimendo la propria posizione, esprimendo chi sei e cosa vuoi.

#4 – Le cose accadono per te e non contro di te

Pensare che le cose accadono contro di te è un punto di vista che ti porta solo a rimanere immobile, in stallo, e a sentirti impotente. Pensare invece che le cose accadono per te ti aiuta a prendere consapevolezza dalla tua responsabilità nella situazione. Ti aiuta a capire perché è successo e a trovare una soluzione per te costruttiva. Ogni problema risolto è un passo in più verso la consapevolezza di te stessa/o.

Di come affrontare i problemi in modo positivo ascoltando te stessa/o e il tuo intuito, ne abbiamo parlato anche nel nuovo episodio del mio podcast su Spreaker e iTunes.

Affrontare i problemi ti aiuta a capire il ruolo che hai nel prendere parte alla tua vita. Quando smetti di vivere con il pilota automatico identificandoti con i problemi che vivi, cominci a seguire un percorso di consapevolezza e scoperta di te che si manifesta sia attraverso le situazioni a cui prendi parte, sia quelle che la vita ti mette di fronte.


Widget not in any sidebars

You Might Also Like...

Vuoi ritrovare il tuo benessere e non sai da dove cominciare?

Lasciati guidare alla scoperta di un benessere olistico che abbraccia corpo, mente, emozioni e spirito. Iscrivendoti alla newsletter puoi prenotare subito una consulenza gratuita di 20 minuti con me e ricevere ogni mese consigli su cibo, benessere e spiritualità!