Dott.ssa Veronica Pacella
Benessere & Nutrizione

Radicchio con hummus e noci

La ricetta di Febbraio

Questa nuova sezione è dedicata all’azione che gli alimenti hanno nell’organismo. L’idea è nata dopo la mia intervista per Gastronomia Mediterranea a cura di Daniela Acquadro, che mi ha chiesto:

“perché non dedichi uno spazio alle ricette per far capire meglio come utilizzare gli alimenti a aiutare le persone a mangiare meglio?”

Ed eccoci in questa nuova avventura: Daniela ci mette creatività e passione e io la spiegazione nutrizionale, per fornirti una nuova ricetta al mese in cui utilizzare alimenti di stagione e spiegarti come utilizzarla.

Gli alimenti di stagione: radicchio e noci

Questa settimana parliamo di radicchio e noci. 

Il radicchio che abbiamo utilizzato è il radicchio rosso di Treviso, dalla forma lunga, diverso dal radicchio rosso di Chioggia dalla forma rotondeggiante. Il radicchio generalmente è disponibile sul mercato tutto l’anno ed è ricco di ferro, vitamina C, antociani e betacaroteni. Può essere consumato crudo, in pinzimonio, ripassato in padella o cotto ai ferri. Fra le verdure rientra sicuramente fra quelle più ricche di ferro. ed è indicato quindi nelle anemie sideropeniche, in gravidanza, negli adolescenti, nelle persone stressate e malnutrite.

Una cosa utile da sapere è che gli alimenti ricchi di ferro, per essere digeriti e metabolizzati, hanno bisogno di fegato e reni che lavorino in modo efficiente. I valori del ferro infatti, nel caso delle anemie e delle carenze, vanno interpretati facendo riferimento all’emoglobina, alla ferritina e alla sideremia. Senza considerare i rapporti fra questi tre parametri un’integrazione di ferro, sia con l’alimentazione che con integratori, potrebbe risultare controproducente. 

La noce contiene numerosi sali minerali e oligoelementi (minerali in traccia) come fosforo, potassio, magnesio, calcio, rame, zinco, ferro e vitamina F.  E’ un tonico del sistema nervoso e possiede proprietà anti-anemiche, antispastiche, sedative e anti-infiammatorie, attivando la secrezione gastrica e pancreatica. Le noci migliorano l’ossigenazione dei tessuti e supportano il sistema immunitario.

Insieme al radicchio, è utilizzata nelle anemie sideropeniche perchè il suo contenuto in rame migliora il metabolismo del ferro.

Ricetta per 4 persone

  • 4 cespi radicchio di Treviso tardivo
  • 400 g ceci cotti e sgocciolati
  • 2 limoni biologici
  • 1 spicchio aglio
  • da 2 a 4 cucchiai tahina
  • 12 gherigli noce
  • sale
  • paprika
  • olio extravergine

Preparare l’hummus come di consueto: con il frullatore ad immersione fare una pasta con i ceci cotti (meglio se preparati in casa e senza sale) e lo spicchio d’aglio. Dopo averli lavati e spazzolati bene, grattugiare la buccia di uno dei limoni, spremerli entrambi ed aggiungere succo e buccia alla pasta di ceci e aglio. Aggiungere anche la tahina (la quantità varierà a seconda di quanto amate il sesamo) ed azionare il frullatore ad immersione fino a quando non si ottiene una pasta liscia e morbida. Fosse necessario, aggiungere poca acqua freddissima. Aggiustare di sale (1 cucchiaino scarso su questa quantità e se i ceci non sono già salati). Tenere in frigo fino al momento di comporre il piatto, e comunque lasciar riposare non meno di mezz’ora.

Lavare bene il radicchio tardivo senza dividere i cespi. Sgocciolarlo ma senza esagerare. Tagliare a metà lasciandoli uniti alla radice. Arrostirli brevemente su una piastra già ben calda, girandoli a metà cottura, senza aggiungere alcun condimento.
Servire il radicchio con l’hummus guarnito, se piace, con paprika dolce, condito con qualche fiocco di sale, olio extravergine e i gherigli di noce.

Buon appetito!


Widget not in any sidebars

You Might Also Like...

Vuoi ritrovare il tuo benessere e non sai da dove cominciare?

Lasciati guidare alla scoperta di un benessere olistico che abbraccia corpo, mente, emozioni e spirito. Iscrivendoti alla newsletter puoi prenotare subito una consulenza gratuita di 20 minuti con me e ricevere ogni mese consigli su cibo, benessere e spiritualità!