Dott.ssa Veronica Pacella
Candidosi intestinale
Benessere & Nutrizione

Candidosi intestinale: cause, interpretazione psicosomatica e rimedi naturali

La candida è un lievito che si trova naturalmente nel nostro corpo e che in genere non provoca disturbi. La candida è definita “opportunista” perché in condizioni a lei favorevoli può diventare patogena e quindi aggressiva, prendendo il sopravvento e causando una malattia infettiva definita “candidosi”. La candidosi è comune soprattutto nelle donne e prende il nome di candidosi intestinale nell’intestino e di candidosi vaginale a livello del tratto cervico-vaginale nella donna.

Cause e sintomi della candidosi

La candidosi si manifesta quando l’organismo è più debole e nello specifico in caso di stress, intolleranze alimentari, trattamenti farmacologici (antibiotici, pillola, antidepressivi, cortisonici), sistema immunitario debole o compromesso, trasmissione per via sessuale e aspetti psicosomatici.

I sintomi della candidosi intestinale possono essere sia intestinali come gonfiore, meteorismo, fermentazione intestinale, stipsi, diarrea e digestione lenta. Sia extra-intestinali come: stanchezza, mancanza di concentrazione, bassa energia vitale, mal di testa, forte appetenza verso cibi dolci e/o lievitati, sbalzi di umore, cali del tono dell’umore.

Componente psicosomatica

Nella psicosomatica l’apparato digerente rappresenta il luogo in cui avvengono i processi di elaborazione e di assorbimento delle nostre emozioni. Nello specifico, l’intestino rappresenta il lasciar andare, la trasformazione, il controllo e la rigidità. In relazione alla candidosi rappresenta una mancanza nel nutrimento di se e del proprio valore.

Nel sistema dei chakra, l’apparato digerente corrisponde al terzo chakra, di colore giallo, che rappresenta l’azione di portare nel mondo ciò che siamo, il nostro progetto di vita e quindi l’energia, la forza, l’autostima. La consapevolezza di essere individui unici e autonomi e di voler portare il nostro messaggio unico nel mondo. Quando tutto questo viene meno, per vari motivi, ci sentiamo più deboli, vulnerabili, in balia degli eventi e gli altri potrebbero “parassitarci” approfittandosi di noi. La candida, dal punto di vista microbiologico e simbolico, si comporta come un parassita, prendendo il sopravvento quando il nostro sistema psico-fisico è più debole.

Alimentazione e rimedi naturali

La candidosi ha bisogno di un approccio su più livelli.

A livello fisico è importante scegliere un’alimentazione priva di alimenti raffinati, zuccheri, dolci, lieviti e bevande alcoliche.

Si può intervenire con delle piante specifiche per la candida come l’olio essenziale di Melaleuca (Tea Tree Oil) anche per bocca purché sia sicuro per uso interno, l’aglio, estratti a base di semi di pompelmo, la corteccia di Tabebuia e la Pseudowintera colorata.

E’ necessario verificare che la barriera intestinale non sia compromessa, perché anche la candidosi vaginale parte dall’intestino. In entrambi i casi quindi bisogna associare probiotici come il Lactobacillus Acidophilus e il Saccaromyces Boulardii, insieme a nutraceutici mirati per ripristinare una barriera sana.

Come rimedi floreali possiamo associare le essenze australiane Peach Flowered Tea Tree + Green Essence oppure le essenze di Bach Crab Apple + Walnut.

*Questo articolo è un’estratto del mio intervento al convegno “Il ruolo delle emozioni nell’apparato digerente” svoltosi a Milano il 17 Novembre 2019. 

Serve una mano?

Se sospetti di avere una candidosi e vuoi sapere come affrontarla in modo naturale con l’aiuto di un’esperta, contattami per prenotare un colloquio gratuito.

PRENOTA QUI IL TUO COLLOQUIO GRATUITO

Per approfondire


Photo by Imani Clovis on Unsplash

You Might Also Like...